Seleziona una pagina

Delegazione Isole Cook

Si è conclusa con successo la formazione della delegazione delle Isole Cook, cinque Istruttori Trainer di salvataggio in acqua potranno iniziare ad addestrare personale presso le loro isole. Si ringrazia il Comune e in particolare il Sindaco per averci dato il Patrocinio del comune per tale attività, il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo per la preziosa collaborazione, il Comandante dei Vigili del Fuoco di Follonica che con i suoi uomini hanno permesso di provare attrezzature e visitare la loro sede e un grande grazie a Roberto Merlini e all’Amatori Nuoto con il  suo staff per averci messo a disposizione la piscina di Follonica. Non per ultimo ma un grande grazie ai volontari tutti del comitato di follonica che come sempre si sono fatti in quattro per rendere il soggiorno dei nostri colleghi del Pacifico il più sereno possibile.

Grazie a tutte queste sinergie tutto si è svolto nel migliore dei modi.

 

L’ultimo volo del Gabbiano

L’ULTIMO VOLO DEL GABBIANO

PRESENTATO NELLA SEDE DELLA CROCE ROSSA L’ULTIMO LIBRO DI LIDO LAMPONI
(CS13/19 del 18.09.2019). In una gremita Sala Conferenze della Croce Rossa Italiana di Follonica è stato presentato nei giorni scorsi il romanzo breve scritto dal follonichese Lido Lamponi. 
Dopo “3 Marzo 1941” e “Tanacca” è questo il terzo volumetto scritto da Lido, volto noto della città per aver lavorato presso la Polizia Municipale e da qualche anno Volontario della Croce Rossa. Con la prefazione della Professoressa Monia Balsamello e gli omaggi poetici di Roberto Baldi e Massimo Stefanini,  “L’ultimo volo del gabbiano” narra la storia di Anna, una ragazza la cui vita un giorno cambierà per sempre nel pieno dei fermenti dei primi anni ’80, in una Follonica che cresce, si urbanizza, si accorge della sua potenzialità, ma non è esente dalle piaghe sociali che portano alla solitudine e alla disperazione. 
Lido scava nella semplicità della vita che conosce per coglierne i punti di forza, le particolarità di gesti e scelte che abbiano la capacità di incidere un solco nel lettore.
Il libro è anche un omaggio a Follonica e racconta aspetti spesso dimenticati che la rendono unica e contraddittoria”.-
Il Referente Locale per la comunicazione
David MACCIO’   

Arrivo Delegazione Isole Cook

 

 

 

 

 

Come preannunciato nel precedente comunicato stampa, domenica mattina è arrivata presso il nostro comitato una Delegazione della Cook Island Red Cross Society. Lo scopo della loro presenza è partecipare ad un corso formativo sul soccorso in mare che si terrà nel nostro golfo e durerà tutta la settimana. Questo è reso possibile dalla presenza di uno staff di prim’ordine e con lunga esperienza, avendo portato queste tecniche in molte altre realtà in giro per il mondo. Il loro arrivo è stato salutato dalla città di Follonica alla presenza del sindaco Benini e del Comandante dell’ufficio locale Marittimo della Guardia Costiera. Un augurio di buon lavoro al nostro Staff e di buona permanenza alla Delegazione.

 

Delegazione Isole Cook

Una Delegazione della Cook Island Red Cross Society sarà in visita nel prossimi giorni a Follonica, nell’ambito di una attività internazionale promossa dal Comitato Nazionale della C.R.I. ed il supporto del Comitato Regionale della Toscana. 

 E’ questa una delle tante iniziative che Croce Rossa Italiana intraprende in favore delle consorelle di tutto il mondo, con il sostegno, in questo caso, del Comitato Regionale della Toscana che mette a disposizione i suoi specialisti del Salvataggio in Acqua in favore di quelle Società Nazionali dove questo servizio richiede una particolare attenzione.

 Grazie alla preparazione dello Staff Istruttori e Formatori OPSA Toscani, è stato studiato un percorso formativo per creare Istruttori di Salvataggio in Acqua alle Isole Cook, un arcipelago di fantastiche isole del Sud Pacifico dove attualmente il soccorso in acqua è latente e dove, per la loro bellezza e mare stupendo ,vi è una forte affluenza turistica che richiede assistenza e la messa in funzione di un presidio di soccorso adeguato alle esigenze. 

Il percorso formativo era già iniziato nello scorso mese di ottobre, quando alcuni Istruttori Italiani raggiunsero l’isola di Rarotonga dove si trova la capitale dell’arcipelago, per iniziare il progetto. In quel frangente furono individuati una quindicina tra ragazzi e ragazze che avevano attitudini e doti natatorie per iniziare un percorso formativo. Durante il corso sono state mostrate tecniche e ausili per il soccorso in sicurezza, con la contestuale valutazione,  da parte degli Istruttori Italiani,  delle  caratteristiche morfologiche delle zone dove andranno ad operare.

 

 Da quel gruppo è stata fatta una ulteriore scrematura, per giungere a sei persone che completeranno la formazione nel nostro Paese nelle prossime settimane.

 Con un articolato programma teorico e pratico, saranno affinate le tecniche necessarie ed impiegati i presidi di soccorso, oltre ad imparare a comunicare le nozioni apprese per creare soccorritori di salvataggio in acqua in quel territorio.

 Domenica è previsto anche un incontro ufficiale con il Sindaco Andrea Benini, che ringraziamo per la sua disponibilità, che porterà il saluto di Follonica a questi ospiti della Croce Rossa polinesiana.-

 

 Il Referente Locale per la comunicazione

David MACCIO’

 

 

 

 

 

 

 

Esercitazione di Soccorso

COMUNICATO STAMPA

 

Nell’ambito delle attività didattiche della Croce Rossa Italiana, domenica scorsa presso l’Arena del Parco Centrale di Follonica si è svolta una esercitazione di soccorso che ha visto coinvolte una parte di Unità periferiche provinciali dell’Associazione.

Sotto il controllo dello Staff Istruttori Regionale, i Volontari C.R.I. hanno affrontato alcune scene di soccorso a traumatizzato, nelle quali gli Operatori dovevano dimostrare di aver acquisito quelle tecniche sanitarie apprese durante il corso di formazione. Per alcuni di essi si trattava di lezioni di aggiornamento, necessarie per mantenere l’idoneità a prestare servizio nelle emergenze sanitarie.
A completare le scene e renderle più reali possibile, anche il Nucleo Truccatori e Simulatori con infortunati opportunamente truccati con lesioni e ferite analoghe a quelle utilizzate nella cinematografia.
Al termine di ogni prova un briefing dove venivano analizzati gli errori e date le indicazioni per correggerli.

“Con queste attività sul campo che si avvicinano alla realtà – dicono dalla C.R.I. – vengono testate le capacità operative dei Volontari su tutte quelle nozioni insegnate nelle lezioni in aula. Viene, altresì, verificata la manualità nell’uso dei presidi di primo soccorso nonchè l’approccio all’infortunato ed il modo con cui questo viene soccorso e caricato sull’ambulanza. Grazie ai Simulatori che si lamentano od anche tentano di disturbare gli interventi, l’Operatore deve dimostrare di aver compreso il modo di operare e svolgere al meglio il proprio compito”. Una ulteriore sessione analoga è prevista a Grosseto nei prossimi mesi.-
                                                                                                             

 

Il Referente Locale per la Comunicazione

 

David MACCIO’