Seleziona una pagina

FOLLONICA – Continua la cooperazione ormai assodata fra Croce rossa italiana e la Società nazionale di salvamento. Rispettivamente con le sezioni di Follonica, Gli operatori OPSA ( operatore polivalente soccorso in acqua) della C.R.I. e le unita’ cinofile della SNS , dopo la simulazione di una spinalizzazione di un traumatizzato suscogliera recuperato a circa 150mt da riva, hanno testato i protocolli di intervento e le modalità di rientro coadiuvati da 2 unità cinofile ed 1 bagnino conduttore S.N.S.La continua sinergia fra CRI OPSA e SNS pone come obbiettivo comune la salvaguardia della vita e la sicurezza in mare. Queste sessioni di addestramento svolte fuori dall’ orario di balneazione per non interrompere i regolari servizi di vigilanza, sono volte a testare i tempi e le modalita’ di intervento su scenari realistici presenti appunto sul nostro litorale.